Categorie
Altro

EU4Health: 12,2 Milioni di € per rafforzare la sicurezza sanitaria

Nell’ambito del Programma EU4Health, sono stati destinati 12,2 milioni di euro per finanziare due progetti in partenariato con l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per rafforzare la sicurezza sanitaria e la preparazione a gravi minacce per la salute a carattere transfrontaliero, in particolare in relazione a rischi chimici, biologici, radiologici e nucleari.

 

1° Progetto:

Obiettivo: rafforzamento delle capacità di sicurezza sanitaria e sul miglioramento delle strategie di prevenzione, preparazione, individuazione e risposta ad un’ampia gamma di rischi potenziali.

Area Geografica target: UE, Spazio economico europeo (SEE), paesi candidati all’adesione all’UE e paesi del partenariato orientale.

Rischi: Il progetto contempla un’ampia gamma di rischi potenziali, dalle catastrofi naturali, come terremoti e inondazioni, ai rischi biologici e ai conflitti di origine umana, e si concentra in particolare sul miglioramento del coordinamento e della cooperazione in caso di emergenza, a livello sia nazionale sia internazionale.

Durata: 5 anni.

Budget: 6, 4 Milioni di euro.

 

2° Progetto:

Obiettivo: accelerare gli sforzi volti ad affrontare specificamente i rischi chimici, biologici, radiologici e nucleari (CBRN), rafforzando le capacità di prevenzione, preparazione e risposta alle minacce CBRN per la salute pubblica mediante la pianificazione della preparazione e della risposta, nonché la preparazione a livello transfrontaliero.

Area Geografica target: UE, Ucraina, Moldavia e altri paesi aderenti al programma EU4Health.

Rischi: chimici, biologici, radiologici e nucleari (CBRN).

Durata: 3 anni.

Budget: 5,8 Milioni di euro.

 

Stella Kyriakides, Commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare, ha dichiarato: “L’avvio delle iniziative odierne, insieme all’OMS, rappresenta un passo importante verso la costruzione di un sistema di sicurezza sanitaria più solido e resiliente in tutta l’UE, in Ucraina e in altri paesi europei. Queste iniziative dimostrano i benefici che il sostegno dell’UE può apportare ai suoi cittadini e non solo”.

Per maggiori informazioni si prega di consultare il seguente LINK.

Categorie
Altro

Esiti del Webinar Joint Action NFP4Health “JACARDI Context Analysis”

Il 22 marzo 2024, dalle 12:00 alle 13:00, si è tenuto l’evento online “JA JACARDI Context Analysis” della Joint Action NFP4Health a partecipazione ProMIS.

L’evento ha rappresentato la prosecuzione del lavoro iniziato con il “Webinar Online Synergistic Actions with JA JACARDI” che si era tenuto il 9 febbraio 2024. Il webinar è stato organizzato in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità, coordinatore di JACARDI – Joint Action on Cardiovascular Diseases and Diabetes.

L’incontro ha avuto i seguenti obiettivi:

  • Riassumere gli elementi chiave dell’indagine di prossima pubblicazione (1° aprile) rivolta ai National Focal Points degli Stati membri per l’identificazione e la valutazione dello stato attuale delle misure di prevenzione e gestione di CVD e diabete a livello nazionale. L’indagine valuterà la governance, il finanziamento e la capacità dei servizi su argomenti specifici allineati ai pacchetti di lavoro tecnici e agli obiettivi di JACARDI.
  • Presentazione dello strumento specifico che verrà utilizzato per presentare le voci dell’indagine (RedCap).

A questo incontro hanno partecipato, oltre ai National Focal Point della JA NFP4Health, anche le autorità competenti di JACARDI, e si è trattata di un’utile occasione per lo scambio di domande e feedback.

Per maggiori informazioni si prega di consultare il seguente LINK, seguiranno aggiornamenti sull’indagine JACARDI.

Categorie
Altro

Nuovo bando HaDEA rivolto alle organizzazioni non governative

HaDEA lancia il bando per un accordo quadro di partenariato per sovvenzioni operative (2025-2026) a organizzazioni non governative (EU4H-2024-OG-FPA).

L’oggetto del presente invito è l’assegnazione di sovvenzioni operative nell’ambito del programma di lavoro EU4Health 2024 alle organizzazioni non governative – ONG ammissibili e il lancio di un accordo quadro di partenariato (“FPA”) per una durata di due anni (2025-2026), consentendo alle ONG sanitarie di continuare ad affrontare le attuali sfide sanitarie, compresa la pandemia di COVID-19 e le sue conseguenze.

L’obiettivo è quello di ricevere dalle attività operative principali delle ONG sanitarie dei risultati in termini di maggiore alfabetizzazione sanitaria e promozione della salute, rafforzamento delle capacità e creazione di reti. Le ONG contribuiranno inoltre all’ottimizzazione delle attività e delle pratiche sanitarie fornendo feedback dai pazienti e facilitando la comunicazione con gli stessi.

Tutti gli interessati sono invitati a inviare la propria candidatura entro il 13 giugno 2024ore 17:00 (CEST).

Il ruolo delle ONG

Le organizzazioni non governative (ONG) svolgono un ruolo chiave nel campo della salute a livello locale e dell’UE. Oltre a fornire servizi direttamente ai pazienti e ai singoli individui, essendo in alcuni casi in prima linea di azione durante le emergenze, le ONG sono anche essenziali per colmare il divario tra istituzioni e pazienti.

Categorie
Altro

JARDIN la Joint Action per migliorare la cura delle malattie rare in Europa

L’Unione Europea, attraverso il programma EU4Health, ha inaugurato lo scorso 8 Marzo la Joint Action JARDIN, un’iniziativa ambiziosa dedicata all’integrazione delle Reti di Riferimento Europee (European Reference Networks – ERN) nei sistemi sanitari nazionali.

Queste reti multinazionali altamente specializzate operano in tutta Europa su specifiche malattie rare o a bassa prevalenza, garantendo l’accesso a cure di eccellenza per i pazienti affetti da patologie rare.

Caratteristiche della JA JARDIN

Con un finanziamento complessivo di 18,75 milioni di euro per tre anni, JARDIN si pone l’obiettivo di consolidare l’operato delle ERN nei sistemi sanitari nazionali, garantendo una migliore accessibilità e sostenibilità a lungo termine. Attraverso la creazione di percorsi personalizzati per i pazienti, lo sviluppo di reti di riferimento nazionali e la facilitazione dell’accesso per coloro che sono ancora senza diagnosi, la JA si candida a rivoluzionare le cure per le malattie rare in Europa.

I risultati attesi comprendono raccomandazioni, progetti e relazioni che guideranno la definizione di migliori strategie nazionali per la gestione delle malattie rare. JARDIN si configura dunque come un pilastro fondamentale per lo sviluppo futuro delle ERN e per l’avanzamento nella lotta contro le malattie rare in Europa.

 

Per maggiori informazioni si prega di consultare il seguente LINK.

 

Categorie
Altro

Bando EU4Health per l’accesso ai farmaci antitubercolari per i bambini

HaDEA è l’Agenzia esecutiva europea per la salute e il digitale dell’Unione Europea, ed ha recentemente pubblicato un bando per la gestione di servizi a 48 mesi.

Alla base dell’iniziativa la consapevolezza che la resistenza antimicrobica (AMR) rappresenta una grave minaccia per la salute, associata a cinque milioni di decessi a livello globale nel 2019 e contro la quale mancano contromisure mediche efficaci, compresi gli antimicrobici. Pertanto, è essenziale promuovere l’accesso ai farmaci che potrebbero contribuire alla lotta contro la resistenza antimicrobica.

L’oggetto di questo bando, che ha un budget di 5 milioni di euro, è la stipula di un contratto per l’acquisto di servizi per accelerare la disponibilità e l’accesso ai farmaci antitubercolari adatti all’età infantile nell’UE.

L’indisponibilità di farmaci adatti al trattamento della tubercolosi pediatrica sensibile agli antimicrobici è una sfida estremamente rilevante: la ridotta risposta, gli effetti sconosciuti sugli esiti del trattamento e la tossicità imprevedibile sono tutte potenziali conseguenze delle attuali opzioni terapeutiche non ottimali.

Inoltre, un trattamento non ottimale della tubercolosi aumenta il rischio di insorgenza della resistenza antimicrobica.

Per raggiungere gli obiettivi del bando riguardanti il potenziamento dello sviluppo e dell’accessibilità di antitubercolari per l’infanzia, il contraente selezionato dovrà svolgere servizi clinici e/o non clinici per portare a termine lo sviluppo e presentare l’autorizzazione all’immissione in commercio dei prodotti interessati per la loro commercializzazione nell’UE.

Il bando è stato pubblicato il 6 marzo 2024 e la scadenza è l’11 aprile 2024.

I dettagli del bando sono disponibili sul portale Funding & tenders al seguente LINK.

Categorie
lotta contro il cancro

EU-CAYAS-NET e OACCU: i progetti EU4Health per l’assistenza ai tumori infantili

Secondo Childhood Cancer International Europe, ogni anno a 35.000 bambini e adolescenti viene diagnosticato un tumore. Fortunatamente, i tassi di sopravvivenza in Europa sono migliorati in modo significativo e attualmente più di 500.000 bambini possono condurre una vita sana e libera dal cancro.

In occasione della Giornata internazionale del cancro infantile, HaDEA ha intervistato Carina Schneider, direttrice generale di Childhood Cancer International Europe, e la dott.ssa Svenja Stöven, responsabile del progetto presso il Centro europeo CBRNE e professoressa associata di biologia molecolare presso l’Università di Umeå in Svezia, per saperne di più sui progetti EU4Health EU-CAYAS-NET e OACCUs e sul loro ruolo nel trasformare le cure per il cancro infantile.

Carine Schneider è la coordinatrice del progetto EU-CAYAS-NET, che si concentra sul miglioramento della vita dei giovani sopravvissuti al cancro attraverso lo sviluppo di una piattaforma virtuale interattiva.

La dottoressa Stöven è la coordinatrice del progetto OACCUs – Outdoor Against Cancer Connects Us – che mira a consentire ai giovani sopravvissuti al cancro di vivere una vita sana e orientata al futuro.

L’intervista completa di HaDEA è disponibile al seguente LINK.

Categorie
lotta contro il cancro

I progetti EU4Health per la lotta contro il cancro

Il numero di persone con una storia di cancro nell’UE cresce ogni anno nonostante i tassi di sopravvivenza siano aumentati in modo significativo grazie ai progressi nella prevenzione, nella diagnosi precoce e nel trattamento della malattia. Oggi i tumori possono essere fortunatamente individuati in tempo grazie ai programmi di screening.

A tal proposito EU4Health gioca un ruolo importante nell’ambito del Piano europeo di lotta contro il cancro, incentrando le sue energie anche sul miglioramento della qualità dei programmi di screening in Europa e sullo sviluppo di corsi di formazione ottimizzati sul cancro per garantire una migliore assistenza ai pazienti.

In questo contesto, in particolare, due sono i progetti EU4Health che concentrano il loro focus su tali obiettivi:

  • Progetto CANSCREEN-ECIS: Il progetto CanScreen-ECIS, conclusosi a febbraio 2024, mirava a sviluppare e pilotare un nuovo sistema di gestione dei dati di screening da integrare nel sistema europeo di informazione sul cancro (ECIS). Il progetto è condotto da un consorzio di sette partner sotto la guida della IARC e in collaborazione con altri esperti europei che lavorano su progetti di raccolta dati sullo screening del cancro, sul secondo rapporto europeo sullo screening (EUSR) e su EU-TOPIA. Fino ad ora, il progetto CanScreen-ECIS ha rivisto gli indicatori chiave di prestazione (KPI) per i programmi di screening dei tumori al seno, al colon-retto cervicale e al polmone nell’UE per:
  1. Facilitare i confronti tra i diversi contesti organizzativi dei programmi di screening;
  2. Consentire la raccolta di dati sui test condotti al di fuori dei programmi stabiliti;
  3. Consentire al sistema di monitoraggio di identificare e quantificare le informazioni sulle disuguaglianze;
  4. Affrontare nuovi approcci di screening e potenziali siti di cancro emergenti per considerazioni future.

È stato inoltre creato un “magazzino per la presentazione dei dati”, che consentirà al sistema europeo di informazione sul cancro aggiornato di iniziare a raccogliere indicatori per monitorare e valutare regolarmente i programmi di screening del cancro a livello nazionale e subnazionale. Definendo i vari KPI per monitorare i programmi di screening, il progetto mira anche a sostenere l’iniziativa faro 4, proponendo un nuovo programma di screening sostenuto dall’UE.

 

  • Progetto INTERACT-EUROPA: Il progetto INTERACT-EUROPE ha riunito 33 partner provenienti da 17 paesi con l’obiettivo di sviluppare un programma europeo di formazione sul cancro interspecialistica (concluso a novembre 2023) per promuovere un approccio incentrato sul paziente per una cura della malattia di qualità in un quadro multidisciplinare. Le organizzazioni degli operatori sanitari coinvolti nel progetto hanno sviluppato un curriculum che ha individuato preziose competenze interspecialistiche in ambito chirurgico, medico, radioterapico, infermieristico, radiologico e oncologico. Oltre a ciò, il team del progetto ha esplorato l’uso di nuove tecnologie, come la tecnologia di traduzione automatica, e ha definito una visione a lungo termine per la formazione interspecialistica sui tumori.

Il progetto di follow-up, INTERACT-EUROPE 100, è iniziato nel dicembre 2023 e mira a implementare la formazione interspecialistica in 100 centri in tutta Europa.

Per maggiori informazioni si prega di consultare il seguente LINK.

Per visualizzare la pagina dedicata alla LOTTA CONTRO IL CANCRO del ProMIS, si prega di cliccare il seguente LINK.

Categorie
Altro

Raccolta di studi HaDEA sui progetti EU4Health

Nell’ambito del programma EU4Health, HaDEA ha pubblicato un elenco aggregato di studi e rapporti utili sulle politiche sanitarie:

1. “Studio che valuta gli aspetti scientifici, ingegneristici, giuridici ed economici della produzione e dell’innovazione flessibile nell’UE di contromisure mediche per le gravi minacce transfrontaliere alla salute” – Studio HERA che si concentra sulla produzione flessibile e sull’innovazione dei processi per aumentare la produzione e l’accesso a vaccini e farmaci nell’UE. LINK

2. “Studio di fattibilità, progettazione e sviluppo di un prototipo per una piattaforma di mappatura dei farmaci COVID-19 nell’Unione Europea” – Lo studio analizza le opzioni per una mappatura completa che fornisca un quadro completo delle reti di fornitura medica dell’UE. LINK

3. “EU REformulation MOnitoring (EUREMO)” – Per ridurre i tassi di obesità, diversi Paesi dell’UE hanno scelto di attuare iniziative di riformulazione alimentare volte a migliorare il valore nutrizionale degli alimenti riducendo gli ingredienti nocivi. Lo studio EUREMO ha sviluppato e testato un processo di monitoraggio per valutare l’impatto delle iniziative di riformulazione su una serie di “nutrienti di interesse”. LINK

4. “Studio a sostegno della valutazione d’impatto della revisione della direttiva sulla sicurezza e la qualità del sangue umano e dei suoi componenti e della direttiva sulla sicurezza e la qualità dei tessuti e delle cellule umani e dei relativi atti di esecuzione” – Questo studio è stato commissionato per conto di DG SANTE a sostegno della revisione della legislazione dell’UE sulla sicurezza e la qualità del sangue, dei tessuti e delle cellule umani. LINK

5. “Mappatura delle politiche di prezzo e delle misure fiscali applicate agli alimenti, alle bevande analcoliche e alcoliche” – Questo studio ha mappato le misure fiscali e le politiche di prezzo esistenti nell’UE per il consumo di alcol e di prodotti ad alto contenuto di grassi, zucchero e sale, per identificare buone pratiche. LINK

6. “Studio sulle buone pratiche nel public procurement di farmaci” – Lo studio comprende una serie di buone pratiche e raccomandazioni per ottimizzare gli acquisti pubblici di farmaci in Europa. LINK

7. “Fornitura di opzioni e raccomandazioni per una tessera di vaccinazione per i cittadini dell’UE” – Questo studio ha esaminato la fattibilità dello sviluppo di una tessera di vaccinazione elettronica comune riconosciuta in tutta l’UE. LINK

8. “Fornitura di opzioni e raccomandazioni per una carta di vaccinazione per i cittadini dell’UE. Allegato 1, Raccolta e mappatura dei dati” – Lo studio delinea la forma e il contenuto attuali delle tessere di vaccinazione utilizzate nei diversi Paesi dell’UE per identificare le caratteristiche e i requisiti di una possibile tessera europea comune (EVC). LINK

9. “Studio sull’immissione sul mercato delle contromisure mediche contro la resistenza antimicrobica (AMR) – Relazione intermedia” – Questa relazione intermedia, commissionata per conto di HERA, descrive la situazione attuale e prevista del mercato delle contromisure mediche contro la resistenza antimicrobica (AMR) per trovare il modo di dare priorità alla loro produzione per soddisfare le esigenze dei cittadini europei. LINK

10. “Studio sull’introduzione sul mercato delle contromisure mediche contro la resistenza antimicrobica – Relazione finale” – La relazione raccoglie le prove e le opzioni d’azione di oltre 115 parti interessate impegnate nella lotta contro la resistenza antimicrobica per perfezionare la fattibilità dei sistemi di incentivazione raccomandati nella relazione intermedia e per suggerire quello più adatto per l’UE. LINK

Per maggiori informazioni si prega di consultare il seguente LINK.

Categorie
Altro

Pubblicato il calendario provvisorio 2024 per i bandi EU4Health

È ora disponibile il calendario provvisorio 2024 per i bandi EU4Health.

Il calendario è consultabile presso il sito di HaDEA (European Health and Digital Executive Agency), accessibile con il seguente LINK.

Sono disponibili budget stimati, date d’apertura (a partire da maggio 2024) e date di chiusura indicative, tuttavia le date sono provvisorie e verranno aggiornate in seguito se necessario.

Categorie
digital health

MyHealth@EU: Pubblicato un avviso di pre-informazione

HaDEA ha pubblicato un avviso di pre-informazione di una gara d’appalto (indentificata dal codice HADEA/2024/OP/0003-PIN) che mira ad organizzare e realizzare corsi di formazione per MyHealth@EU (eHealth Digital Service Infrastructure – eHDSI) su quadro giuridico, distribuzione, funzionamento e sviluppo futuro dell’infrastruttura.

Con il marchio MyHealth@EU vengono indicati e promossi  i servizi sanitari transfrontalieri di cui possono usufruire i cittadini europei nel paese in  cui si recano in viaggio nello stesso modo in cui ne usufruiscono nel paese di residenza grazie all’infrastruttura di servizi digitali per la sanità elettronica “eHDSI”. Questa, infatti, offre ai Paesi dell’UE la possibilità di scambiare dati sanitari in modo sicuro, efficiente e interoperabile.

I servizi richiesti per questa gara d’appalto, dal valore pari ad € 500.000,00 e durata di 36 mesi, prevedono la realizzazione di:

  1. Materiale didattico per le sessioni di formazione online in tempo reale.
  2. Un corso online per l’apprendimento individuale basato sul materiale formativo utilizzato per le sessioni di formazione online in tempo reale.
  3. Materiale di eLearning su: quadro giuridico, implementazione, funzionamento e sviluppo futuro di MyHealth@EU.

 

Per maggiori informazioni si prega di consultare il seguente LINK.