NEWS

Bilancio del 1° anno della lotta contro il cancro dell’Unione Europea per la parità di accesso per tutti

Primi risultati illustrati dalla commissaria Kyriakides

La commissaria Kyriakides, colpita da cancro anni fa, ha spiegato come sia importante combattere una patologia che, senza un contrasto, potrebbe diventare la principale causa di morte nell’UE. La pandemia ha aggravato la situazione, infatti, si contano almeno 1 milione di casi di cancro non diagnosticati a causa dei rallentamenti ai sistemi sanitari. Ciò significa che un milione di persone potrebbero essere diagnosticate in ritardo, vedendo ridotte le loro opzioni terapeutiche e la loro sopravvivenza.

In occasione della Giornata mondiale contro il cancro, l’UE ha dato avvio a 4 azioni:

  1. un’azione comune a sostegno degli Stati membri sulla vaccinazione contro il papilloma virus (HPV);
  2. il registro delle disuguaglianze di fronte al cancro;
  3. un invito a presentare contributi a sostegno del lavoro di screening dei tumori e
  4. la rete dell’UE dei sopravvissuti al cancro giovanile.

Per i prossimi anni il piano potrà contare su finanziamenti senza precedenti per la somma di 4 miliardi di euro, mentre con gli 80 milioni di euro dell’anno scorso son state lanciate 16 iniziative importanti nell’ambito del programma EU4Health.

Si è inoltre avviata la creazione di una rete europea dei centri oncologici integrati, che consentirà ai paesi di collaborare, ad esempio, per il trattamento di pazienti affetti da patologie complesse e metterà a punto un programma di formazione per un personale altamente qualificato, con l’obiettivo di avere un’assistenza di qualità.

La Giornata mondiale contro il cancro di quest’anno è stata dedicata al divario nell’assistenza, alla salute delle donne e al cancro. In particolare, la commissaria ha ricordato come sia importante vaccinarsi contro l’HPV, a effettuare le visite periodiche di screening. Quest’anno saranno lanciate iniziative incentrate su prevenzione e diagnosi. Tra cui: l’aggiornamento delle raccomandazioni sullo screening dei tumori, la proposta per realizzare un’Europa senza tabacco e per migliorare la prevenzione attraverso un’alimentazione sana, l’attività fisica e un’etichettatura più chiara degli alimenti.

In linea con gli obiettivi di EU4health sarà importante liberare il potenziale di nuove tecnologie e di soluzioni digitali, come l’importante iniziativa europea per l’imaging dei tumori, finalizzata a definire un “atlante” europeo di immagini oncologiche che saranno anonimizzate e rese accessibili ai professionisti del settore dell’UE. La commissaria ha ricordato, inoltre, come sia importante avere il sostegno di tutte le associazioni di pazienti, dei ricercatori, dei responsabili politici e degli operatori sanitari che aiutano a tradurre questo piano in benefici concreti e tangibili per le persone.

Per maggiori informazioni cliccare sotto su “ulteriori dettagli”.

NEWS E NEWSLETTER

EVENTI