NEWS

Le linee guida organizzative contenenti il “Modello digitale per l’attuazione dell’assistenza domiciliare”

Pubblicate nella Gazzetta ufficiale del 24 maggio 2022

Le linee guida organizzative contenenti il “Modello digitale per l’attuazione dell’assistenza domiciliare”, contenenti il modello digitale per l’attuazione dell’assistenza domiciliare e che si configurano come linee di indirizzo, costituiscono la milestone “EU M6C1 – 4” della Missione 6 Componente 1 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (M6C1 – PNRR). Tale documento si inserisce, pertanto, nel contesto degli interventi previsti nel suddetto Piano anche in coerenza con la riforma dell’assistenza territoriale, anch’essa milestone del PNRR.

Tutti gli interventi della M6C1 sono volti al potenziamento dell’assistenza territoriale, in particolare alla finalizzazione del principio di “casa come primo luogo di cura”.

Gli elementi fondamentali della riorganizzazione dell’assistenza territoriale sono principalmente:

  1. la Casa della Comunità (CdC) che consente di contare sulla presenza medica h24 o h12 e di altri professionisti sanitari a seconda della connotazione hub&spoke.
  2. il Medico di Medicina Generale – Pediatra di Libera scelta (MMG/PLS), che nel nuovo assetto organizzativo delle cure primarie consolida il rapporto fiduciario con l’assistito, svolgendo il ruolo di responsabile clinico del rapporto di cura
  3. la Centrale Operativa Territoriale (COT) quale modello organizzativo di coordinamento della presa in carico della persona e raccordo tra servizi e professionisti coinvolti nei diversi setting assistenziali
  4. l’Infermiere di Famiglia o di Comunità (IFeC) che facilita e monitora i percorsi di presa in carico e di continuità dell’assistenza in forte integrazione con le altre figure professionali del territorio, utilizzando anche strumenti digitali e di telemedicina
  5. l’Unità di Continuità Assistenziale (UCA) che supporta i professionisti responsabili della presa in carico del paziente e della comunità, e opera sul territorio di riferimento anche attraverso l’utilizzo di strumenti di telemedicina
  6. la rete di Cure palliative in cui è inserito, quale nodo della rete, anche il setting domiciliare.

Le componenti fondamentali del modello organizzativo domiciliare, a cui fanno riferimento le linee, sono:

  1. il servizio di assistenza domiciliare, che garantisce la continuità dell’assistenza nelle modalità indicate dalla normativa nazionale e regionale vigente
  2. la pianificazione degli accessi domiciliari, sviluppata nell’arco dell’intera settimana secondo quanto previsto dalla predetta normativa tenendo conto della complessità clinico-assistenziale dei pazienti
  3. il servizio di cure domiciliari integrato con prestazioni di telemedicina da remoto

Per ulteriori informazioni cliccare sotto su “ulteriori dettagli”.

 

NEWS E NEWSLETTER

EVENTI