PIATTAFORME TEMATICHE

Politiche di coesione

La presente sezione affronta il tema delle Politiche di Coesione, la principale politica di investimento dell’Unione Europea volta a ridurre le disparità di sviluppo fra le regioni degli Stati membri e a rafforzare la coesione economica, sociale e territoriale per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

Per il raggiungimento di tali obiettivi, l’Unione europea – sulla base di accordi stipulati con i singoli Stati membri (Accordi di Partenariato) e secondo regole condivise – assegna specifiche risorse finanziarie a cui si aggiungono quelle nazionali. 

Gli investimenti della Politica di Coesione in materia di sanità e salute sono pensati per rispondere alle principali esigenze dei sistemi sanitari europei, tra cui: l’invecchiamento della popolazione, le infrastrutture sanitarie e i sistemi sostenibili, lo sviluppo di soluzioni digitali innovative per l’e-health, la copertura sanitaria, e i programmi di promozione della salute.

La presente sezione fornisce una panoramica delle opportunità di finanziamento nel quadro finanziario pluriennale 2021-2027 delle Politiche di Coesione.

La presente sezione fornisce una panoramica degli strumenti e delle iniziative europee di sistema per diffondere la conoscenza sui progetti e i risultati delle Politiche di Coesione e promuovere la collaborazione tra diversi stakeholder.

Piattaforma Koesio

Kohesio è la piattaforma pubblica online della Commissione Europea che raccoglie dati ed informazioni – in formato Open Data – su oltre 1,7 milioni di progetti finanziati dalla Politica di Coesione (FESR, FSE/FSE+, FC) e avviati dal 2014 in tutti i 27 Stati Membri dell’Unione.

Su Kohesio è possibile:

  • Conoscere progetti e investimenti esistenti o già realizzati in un paese o regione, approfondendo i loro risultati. 
  • Ricercare progetti e relativi dati con diverse chiavi di ricerca: paese, regione, tematiche, beneficiario, policy, programma di finanziamento, budget…
  • Ricercare partner per costituire eventualmente partenariati di progetto 
  • Esaminare la visione d’insieme: grazie a dataset e visualizzazioni che vengono rese disponibili, aggregati per programma, paese, quota di finanziamento etc

Per quanto riguarda i progetti italiani, la fonte di Kohesio è OpenCoesione.

Piattaforma Keep.EU

Keep.eu rappresenta la fonte d’informazione più completa e integrata sui progetti e partner dei programmi di cooperazione Interreg e di cooperazione transfrontaliera Interreg-IPA ed ENPI/ENI: fornisce informazioni relative non solo a tutto il territorio dell’Unione Europea, ma anche a quello dei paesi confinanti e in pre-adesione.

Su Keep.eu è possibile:

  • Cercare idee per la messa a punto di progetti nell’ambito dell’area tematica di interesse. 
  • Conoscere progetti e investimenti esistenti o già realizzati in un paese o regione, approfondendo i loro risultati. 
  • Ricercare partner per costituire partenariati di progetto 
  • Controllare le principali statistiche e tendenze dei programmi di cooperazione (numero di partner, numero di progetti, distribuzione tematica e geografica, ecc.). 
  • Esaminare la visione d’insieme: quali sono i temi di tendenza (cambiamento climatico, migrazione, ecc.) affrontati dai programmi di cooperazione e dove vengono sviluppati.

La presente sezione illustra le principali iniziative e misure a livello di programmazione nazionale finanziate da fondi e strumenti implementati a livello europeo e previsti nell’Accordo di Partenariato dell’Italia sulla Programmazione della politica di coesione 2021-2027.

Accordo di Parternariato 21-27

L’Accordo di Partenariato tra l’Italia e la Commissione europea relativo al ciclo di programmazione 2021-2027 è stato firmato ed adottato il 19 luglio 2022. Per il ciclo 2021-2027 avrà a disposizione 75,3 miliardi di euro di Fondi Strutturali e di Investimento che potrà utilizzare – secondo quanto delineato nell’Accordo di Partenariato – al fine di perseguire la Strategia dell’Unione Europea per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva.

PN Equità nella salute 2021-2027

Il Programma Nazionale Equità nella Salute, sostenuto dal fondo FSE+ e FESR, si pone l’obiettivo di rafforzare i servizi sanitari e socio-sanitari e renderne più equo l’accesso, intervenendo su 4 aree:

  • Contrastare la povertà sanitaria
  • Prendersi cura della salute mentale
  • Il genere al centro della cura
  • Maggiore copertura degli screening oncologici

Il Programma è rivolto alle 7 Regioni italiane classificate come “meno sviluppate” in accordo con la Decisione di esecuzione della Commissione (UE) 2021/1130:  Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Il Programma è gestito dal Ministero della Salute.

PN Inclusione 21-27

Il Programma Nazionale Inclusione e lotta alla povertà 2021-2027, sostenuto dal fondo FSE+ e FESR, si pone l’obiettivo di promuovere l’inclusione sociale e combattere la povertà quali valori fondamentali del nostro stile di vita, intervenendo su 4 priorità principali:

  • Priorità 1: Sostegno all’inclusione sociale e lotta alla povertà
  • Priorità 2: Child Guarantee
  • Priorità 3: Contrasto alla deprivazione materiale
  • Priorità 4: Interventi infrastrutturali per l’inclusione socio-economica

Il Programma opera su tutto il territorio nazionale.

Il Programma è gestito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

PN METRO Plus e Città medie sud 2021-2027

Il Programma Nazionale METRO Plus e città medie del Sud, sostenuto dal fondo FSE+ e FESR, si inserisce nel quadro delle strategie di sviluppo urbano sostenibile, affrontando le tematiche ambientali, in special modo la lotta ai cambiamenti climatici e la transizione verso un’economia circolare, e di promuovere azioni di rigenerazione urbana e di risposta al disagio socio-economico, anche attraverso l’innovazione sociale e la rivitalizzazione del tessuto imprenditoriale locale.

Gli ambiti di intervento del Programma PN METRO Plus Città Medie Sud 2021-2027 sono:

  • Digitale
  • Mobilità
  • Efficientamento Energetico
  • Inclusione Sociale
  • Azioni integrate di rigenerazione urbana
  • “Green”
  • Innovazione Sociale
  • Accesso all’occupazione
  • Interventi di natura ambientale e di economia circolare
  • Promozione dello sviluppo sociale anche attraverso la cultura, il patrimonio naturale, il turismo sostenibile e la sicurezza

Il Programma è rivolto alle Città Metropolitane e alle città medie del Sud.

Il Programma è gestito dall’Agenzia per la Coesione Territoriale.

PN Capacità per la Coesione 21-27 (CapCoe)

Il Programma Nazionale di Assistenza Tecnica Capacità per la Coesione 2021 – 2027 (CapCoe), sostenuto dal fondo FSE+ e FESR, mira a rafforzare le Pubbliche Amministrazioni per migliorare l’efficacia attuativa delle Politiche di Coesione, intervenendo su:
Capitale Umano
Organizzazione e Processi
Rigenerazione Amministrati va
Supporto ai Processi Partenariali
Knowledge Sharing

La maggior parte delle risorse saranno destinate a Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia – le Regioni meno sviluppate nella programmazione 2021-2027.

Il Programma è gestito dall’Agenzia per la Coesione Territoriale.

La presente sezione fornisce una panoramica di altre iniziative che, con diverse modalità e finalità, contribuiscono alla promozione e al corretto utilizzo delle risorse messe a disposizione dalle Politiche di Coesione per raggiungerne gli obiettivi: coesione economica, sociale e territoriale grazie ad una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

Iniziative regionali/locali a impulso EU

Con una dotazione complessiva di 29,83 miliardi di euro, la Missione 5 del PNRR “Inclusione e Coesione” ha come obiettivo principale la facilitazione alla partecipazione al mercato del lavoro, il rafforzamento delle politiche attive del lavoro e il supporto all’inclusione sociale.
La Missione 5 è articolata in 3 Componenti:

1. M5C1 – Politiche per il Lavoro
Con uno stanziamento di 12,63 miliardi, la Componente mira a trasformare il mercato del lavoro, favorendo le transizioni occupazionali, migliorando l’occupabilità dei lavoratori e innalzando il livello tutelare attraverso la formazione.

2. M5C2 – Infrastrutture sociali, famiglie, comunità e terzo settore
Con uno stanziamento di 12,79 miliardi di euro, la Componente valorizza la dimensione “sociale” delle politiche sanitarie, urbanistiche, abitative, dei servizi per l’infanzia, per gli anziani, per i soggetti più vulnerabili, così come quelle della formazione, del lavoro, del sostegno alle famiglie, della sicurezza, della multiculturalità, dell’equità tra i generi.

3. M5C3 – Interventi speciali per la coesione territoriale
Con uno stanziamento di 4,21 miliardi di euro, la Componente prevede il rafforzamento di interventi speciali in specifici ambiti territoriali: le aree interne del Paese, la valorizzazione economica e sociale dei beni confiscati alle mafie, il potenziamento degli strumenti di contrasto alla dispersione scolastica e dei servizi socio-educativi ai minori, la riattivazione dello sviluppo economico attraverso il miglioramento delle infrastrutture di servizio delle Aree ZES.

  • Componente 2 “Infrastrutture sociali, famiglie, comunità e terzo settore”

Gli interventi previsti nell’ambito della Componente 2 “Infrastrutture sociali, famiglie, comunità e terzo settore” sono rivolti alle persone più fragili, nella loro dimensione individuale, familiare e sociale, con lo scopo di prevenire l’esclusione sociale intervenendo sui principali fattori di rischio individuale e collettivo.
In particolare, questa componente mira a intercettare e supportare situazioni di fragilità sociale ed economica, sostenere le famiglie e la genitorialità. Specifiche linee d’intervento sono dedicate alle persone con disabilità e agli anziani, a partire dai non autosufficienti. Queste misure sono accompagnate da un rilevante investimento infrastrutturale, finalizzato alla prevenzione dell’istituzionalizzazione attraverso soluzioni alloggiative e dotazioni strumentali innovative.
La Componente si articola in 3 aree d’intervento:

M5C2.1 – Servizi sociali, disabilità e marginalità sociale
Investimenti
Sostegno alle persone vulnerabili e prevenzione dell’istituzionalizzazione degli anziani non autosufficienti
Percorsi di autonomia per persone con disabilità
Housing temporaneo e stazioni di posta
Riforme
Legge quadro per le disabilità
Sistema degli interventi in favore degli anziani non autosufficienti

M5C2.2 – Rigenerazione urbana e housing sociale
Investimenti
Investimenti per progetti di rigenerazione urbana, volti a ridurre situazioni di emarginazione e degrado sociale
Piani Urbani Integrati
Programma innovativo della qualità dell’abitare

M5C2.3 – Sport e Inclusione Sociale
Investimenti
Sport e Inclusione sociale

Con una dotazione totale di 31,46 miliardi di euro, la Missione 6 del PNRR “Salute” ha come obiettivo principale quello di affrontare in maniera sinergica gli aspetti critici del Sistema Sanitario Nazionale (SSN), allineando i servizi ai bisogni di cura dei pazienti in ogni area del Paese, migliorando le dotazioni infrastrutturali e tecnologiche, promuovendo la ricerca e l’innovazione e sviluppando competenze tecnico-professionale, digitale e manageriali del personale.
La Missione 6 è articolata in 2 componenti:

M6C1 – Reti di Prossimità, strutture e telemedicina per l’assistenza sanitaria territoriale
Con uno stanziamento di 27,97 miliardi di euro, la Componente mira a rafforzare le prestazioni erogate sul territorio grazie al potenziamento e alla creazione di strutture e presidi territoriali (come le Case della Comunità e gli Ospedali di Comunità), il rafforzamento dell’assistenza domiciliare, lo sviluppo della telemedicina e una più efficace integrazione con tutti i servizi socio-sanitari.

M5C2 – Innovazione, ricerca e digitalizzazione del servizio sanitario nazionale
Con uno stanziamento di 3,49 miliardi di euro, la Componente ha come obiettivo lo sviluppo e l’innovazione della sanità pubblica, valorizzando gli investimenti nel sistema salute in termini di risorse umane, digitali, strutturali, strumentali e tecnologici.

  • Componente 1 (progetti/iniziative sul tema delle Regioni/PPAA del tavolo)

La Componente 1 della Missione 6 del PNRR si articola in 3 investimenti ed 1 riforma:

M6C1.1 – Reti di Prossimità, strutture e telemedicina per l’assistenza sanitaria territoriale
Investimenti
Case della comunità e presa in carico della persona.
Casa come primo luogo di cura e telemedicina.
Rafforzamento dell’assistenza sanitaria intermedia delle sue strutture (Ospedali di Comunità).
Riforme
Reti di prossimità, strutture e telemedicina per l’assistenza sanitaria territoriale e rete nazionale della salute, ambiente e clima.

  • FSE+/FESR

La presente sezione fornisce una panoramica delle principali iniziative e misure implementate a livello regionale e/o locale finanziate da fondi e strumenti europei. Obiettivo di questi fondi è quello di appianare le disparità nelle diverse regioni europee e promuovere un’Europa più inclusiva, soprattutto in risposta agli effetti generati dalla crisi pandemica del Coronavirus.

NEWS POLITICHE DI COESIONE

CONTATTACI